To top
25 Set

L’agente segreto — e non è il film con Robin Williams

storie di ordinaria follia
         
C orreva l’anno 2012, ma nell’aria c’era la stessa atmosfera dei film di spionaggio ambientati nella Seconda guerra mondiale. Io e Matteo eravamo seduti al tavolo di un bar del centro di Milano, e aspettavamo il nostro contatto. Quello di una pr che ci facesse entrare a una festa blindatissima, organizzata dai Signori Dolce & Gabbana. “E dire che mi ero raccomandato. Enri: non dobbiamo dare nell’occhio, mettiti qualcosa di sobrio...
Continue reading
18 Set

Il sogno di una vita — e non è il film con Rachel Boston

storie di ordinaria follia
     
N on voglio girarci intorno: se dovessi definire la mia mobilità con una parola, direi inesistente — e non esagero. L’anno scorso, io e la nonna glitter, che ha compiuto novantuno anni, abbiamo fatto una gara di stretching: ha vinto lei. La nonna è riuscita a toccarsi con le mani la punta dei piedi, io no. Sono intera come un tronco e quando mi piego, mi spezzo. Anche con il salto ho qualche difficoltà, sembro piantata a terra con un picchetto. Sono sempre stata così. Fatta eccezione per un certo periodo della mia vita — l’adolescenza — in cui capii che era necessario diventare flessibili. All’epoca, Tik Tok non c’era e per essere popolari non bastava ripetere correttamente la...
Continue reading
9 Set

Dynasty — e non la soap opera con Joan Collins

storie di ordinaria follia
     
I o e la family andiamo spesso a cena insieme, anche durante l’anno. I pranzi, invece, sono casi eccezionali e quelli che facciamo in spiaggia a Saint Tropez, sono diversivi dal sapore speciale. E come tutti i pranzi del sud iniziano alle tre del pomeriggio e si prolungano a oltranza. Il tavolo è prenotato per le 15,15: ho puntato la sveglia per paura di appisolarmi al sole. Mi ci vorrà un po’ per riprendermi, capire dove sono e realizzare che lo strato abbondante di solare che mi ricopre si appiccicherà ai vestiti che dovrò rimettermi. Eppure, nemmeno questo riesce a dissuadermi. Dimentico la tintarella che ho lasciato a metà e passo dal bagno a rinfrescarmi. Infilo gli orecchini, metto...
Continue reading
4 Set

Come ti rovino le vacanze — e non è il film con Chris Hemsworth

storie di ordinaria follia
 
C ome da tradizione, anche quest'anno le nostre vacanze sono state movimentate. Ormai io e Furio siamo abituati ai colpi di scena, alle emergenze improvvise, agli imprevisti, anche se visti i precedenti avremmo dovuto mettere in conto che le probabilità che qualcosa potesse andare storto erano altissime. Uno degli assiomi di Murphy più famosi è "Se qualcosa può andar male, lo farà". E vi posso assicurare che le mie disavventure lo confermano. Però quando sei lì ai piedi del letto, intenta a preparare la valigia non pensi mai a quello che potrebbe accadere. Anzi sei piena di entusiasmo, non vedi l'ora di salire sul treno che ti riporta a casa e di goderti le tanto attese ferie estive dopo...
Continue reading
4 Set

Fine di una storia — e non è il film con Julianne Moore

storie di ordinaria follia
     
P er quest’anno pensavo di avere già dato. Un mese fa ero su un’ambulanza di Positano, con mia figlia che implorava l’anestesia per chiudere un taglio alla caviglia: è stato come vivere una scena di ‘Nato il 4 luglio’. Invece mi sbagliavo, mi è pure venuta la disidrosi. Ho delle vesciche pruriginose su mani e piedi che sono spuntate così, senza avvertirmi. Ho scoperto di preciso cos’è, su Google, quando la malattia ha manifestato i suoi effetti: nel momento in cui mi sono accorta che il mio alluce non le sarebbe bastato e voleva prendersi tutto il piede. Prima il sinistro, poi il destro, ora pure i palmi delle mani: mi prudono da morire. Anche di notte. Ho controllato,...
Continue reading
15 Ago

Tutti dicono I love you — e non è il film con Woody Allen

enrica alessi storie di ordinaria follia
   
A lla fine, io e Giaco siamo andati a Venezia, anche senza fare una telefonata a Caovilla. Mi sarebbe dispiaciuto approfittare della sua ospitalità. E poi un weekend romantico fuori porta è già un’ottima occasione per una trasferta. Specie in un momento in cui io e Giaco non andiamo troppo d’accordo e tutti e due ne abbiamo bisogno. Seppure sia difficile da credere, anche io e lui litighiamo e, quando succede, Boy va a nascondersi. Se le bimbe non stessero dormendo, mi metterei a urlare. Come faccio a limitarmi mentre litigo? Mi perdo la parte più bella. Ma in albergo non ci sente nessuno, lì posso strillare quanto mi pare. In fondo, le liti fanno bene alla coppia. E non per...
Continue reading
12 Ago

Ferie d’agosto — e non è il film con Sabrina Ferilli

storie di ordinaria follia enrica alessi
 
M anco da Cesenatico da otto anni, due mesi, cinque giorni e questa mattina. Venivo qui in vacanza con i miei genitori e i miei quindici anni, poi ci sono tornata con Giaco e ancora con le bimbe. Cesenatico è magica: è stata la chicca della mia adolescenza. Tutto ciò che a casa era complicato, lì si semplificava — a parte dormire. Alloggiavamo in una pensione a una stella e io e mio fratello dividevamo la stanza con i miei. Una camera senza aria condizionata di tre metri per due e mezzo, con bagno, balcone, un letto matrimoniale e uno a castello. Io dormivo in basso, mio fratello era stato più veloce. A me era toccato il posto peggiore: quello...
Continue reading